Archives

La Pesca Saturnia ® alla trattoria Gallo Rosso versione 2017 – capitolo IV

I tre precedenti, squisiti, grandi piatti son nulla (si fa per dire), di fronte al Piccione dell’allevamento Pregnolato con purée di patate e salsa di Pesca Saturnia ®
SAT GR-77Cotto seguendo una ‘terza via‘ del buon senso, ovvero né le cotture eccessive delle cucine tradizionali, che tendono ad asciugare eccessivamente questa carne lievemente amarognola e finissima, né le presentazioni praticamente crude (o quasi) della alta cucina attuale.

SAT GR-80Il risultato è un piccione perfettamente addomesticato dalla cottura, ma con tutti i succhi e i sapori in primo piano.

Purée perfetto e Pesca Saturnia ® che in questo mare di sensazioni di carne, cottura, sangue e amarognolo, colloso delle patate fa da piedistallo.

Da mangiarsene uno stormo.

SAT GR-67

Il grande rosso in abbinamento, l’Arshura 2013 di Valter Mattoni

Voto: *****L

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo VIII

Prima il ritorno all’infanzia, poi l’effetto nostalgia, infine il racconto della contemporaneità.

E il dessert?

Ci ripetiamo: il dessert è il luogo nel quale la Pesca Saturnia ®certamente, e per ragioni lapalissiane, il meglio di sè.

Dessert_piattoGelato alla Pesca Saturnia ®, meringa, limone e granita di foglie di Pesca Saturnia ®

Dessert_dett - CopiaChef Uliassi non ama i gusti pieni e materici (prova sia la levità della tagliatella, un velo di seta da mangiare), per questa ragione nei dolci non crea mai pietanze per accumulo, ma per sottrazione.

O per mero accostamento. Come in questo caso.

Il risultato è un gelato di livello molto elevato, nel quale la meringa dona croccantezza e il limone freschezza.

Ma nel quale la granita di foglie di Pesca Saturnia ® non riesce ad apportare la necessaria spinta amarognola.

L’effetto piacevolezza è garantito, il colpo al cuore resta sulle pietanze salate.

1fotogruppoVoto: *** 1/2

 

 

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo VII

Dopo due piatti da KO tecnico come il Pancotto e il Rimini Fest, il primo emotivo ed evocativo dell’infanzia, il secondo una vera e propria operazione nostalgia, Chef Uliassi cambia registro narrativo, per raccontare la contemporaneità.

Per farlo utilizza come strumento la cucina cinese.????????????????????????????????????
Oca laccata con fegato grasso e Pesca Saturnia ® arrostita

Secondo_dett - Copia
Che differenza c’è a livello organolettico tra anatra e oca? La prima è leggermente più grassa, la seconda un po’ più intensa. Soprattutto la seconda, ovvero l’oca, è prodotto tipico della cucina marchigiana di campagna.

A differenza dell’anatra, che è usata in Francia e, appunto, in Cina.

La laccatura produce un effetto agrodolce, esaltato dalla frutta di bosco, che incrementa acidità, e dalla Pesca Saturnia ®, ad esaltare il fruttato.

L’effetto è un piatto di eccezionale piacevolezza, con il sapore della carne che resta in secondo piano.

Anche se un filo ridondante.

TeresaVoto: ****

[immagini: Più o Meno Associati]

 

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo VI

Come abbiamo visto altro ieri, Chef Uliassi ha interpretato il primo piatto come intermezzo tra antipasti e portate principali.

Che sono due: la prima ittica, la seconda di cacciagione (che vedremo domani).

Riminifest_piatto - CopiaRimini Fest con insalatina di Pesca Saturnia ®.

A Senigallia comincia la Romagna‘, recita un celebre detto.

E cosa è la Romagna per tutti noi italiani?

Anzitutto, nostalgia del boom economico.

Poi: l’anima goduriosa e un filo triste dei Clown di Fellini.

Le feste con i fuochi di artificio, le grigliate sulla spiaggia.

In una foto:

Riminifest_closeup - CopiaRimini Fest. La grigliata romagnola, che di tradizione è impanata, la salsa di citronette passata in azoto e trasformata in sfere che sembrano fuochi di artificio.

L’anima di una regione in un piatto.

E la Pesca Saturnia ®?

‘Legata’ allo spiedino dalla salsa di citronette, amplifica il piatto fino al rimbombo.

62 minuti di applausi.

locandina Colombaioni

[immagine: www.iicbarcellona.esteri.it]

Voto: *****L

[immagini: Più o Meno Associati]

MerendaSaturnia, salute e gusto a braccetto

Care Amiche e cari amici,

venerdì scorso 07 luglio si è tenuta allo Chalet il Veneziano di Civitanova Marche sotto un sole splendente MerendaSaturnia, il primo evento tuttoSaturnia fatto su misura per Mamme & Bambini.

flyer_merendasaturniaSi è trattato, come anticipato, di una merenda molto semplice, durante la quale è stato possibile mangiare la Pesca Saturnia ® al naturale, estratta al naturale, e con il tè verde.

I risultati organolettici Ve li lasciamo immaginare (anzi no: dopo poco più di un’ora era terminato tutto), qui ci limitiamo a dire quello che ripetiamo da anni.

merendasaturnia1Ovvero che con la Pesca Saturnia ® gusto e salute non sono antitetici, come spesso accade con la maggior parte delle prelibatezze dell’agroalimentare, ma sono un tutt’uno.

Cosa che è stata chiarita anche nell’eccellente intervento della dott.ssa Stefania di Carlo, nutrizionista, che ha spiegato in maniera molto chiara i vantaggi del consumo di Pesca Saturnia ®.

Un frutto che, nonostante una sensazione di dolcezza elevata, contiene poche calorie, grazie ad una percentuale di acqua superiore al 90%.

Per non parlare della quantità di vitamine e sali minerali: un autentico effetto miniera.

stefania di carloIl tutto con l’aiuto di un nostro amico e soprattutto grande professionista, il barman Stefano Renzetti, che ha preparato due cocktail di una pulizia di sapori e magrezza assoluti.

Sat&MarcoE buona settimana a tutti.

 

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo V

Dopo il volo pindarico della carrellata di antipasti appena illustrati, la degustazione è proseguita con il primo piatto.

Primo_closeup - CopiaTagliatelle cumino, crema di limone e mandorle

Primo_dett - CopiaTagliatelle minimal, tutte in sottrazione, interpretate da Chef Uliassi esattamente al contrario di come solitamente viene interpretato un primo.

Che nella cucina classica italiana, oltre ad esserne colonna portante, è anche momento di saziamento.

Come le patate nella cucina tedesca, o il riso in quelle orientali.

Uliassi opera una azione fuori dalla norma, interpretando il primo piatto come momento di ‘stacco‘ fra antipasti e le due portate principali (una marina e l’altra di cacciagione, come vedremo nei prossimi giorni).

Una sorta di sorbetto, concettualmente parlando.

Giocata tutta sui profumi speziati e agrumati che puliscono il palato e lo resettano, questa tagliatella è un velo di seta.

????????????????????????????????????Voto: ****

[immagini: Più o Meno Associati]

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo III

Dal crudo Chef Uliassi ci fa passare al Pancotto con ricci di mare e spuma di nocciolo di Pesca Saturnia ®

Ricci_piatto - CopiaSìssì, avete letto bene: il pancotto, il pane raffermo che viene ravvivato con acqua e/o brodi.

Il pancotto, il piatto più povero che c’è.

Ma un pancotto dal cuore d’oro. Anzi: di iodio. Iodio allo stato puro.

Ora: immaginate la consistenza e l’attacco di bocca dei piatti per i bambini, tutti giocati sulla tattilità più piena e smaccata e sulla consistenza più morbida immaginabili.

Ecco: aggiungete un centro bocca e un finale talmente iodati, marini, che nemmeno un piatto ‘vintage’ fatto da un marinaio con le mani piene di calli.

Il tutto amplificato dalle note nettamente nociate e di amaretto del nocciolo della Pesca Saturnia ®, ‘vaporizzato’ a spuma.

Ricci_dettIl cuore dei piatti per bambini con il sapore di mare e la persistenza iodata che nemmeno un’ostrica bretone nature pescata un minuto prima.

Una cosa sconcertante. Sconcertante.

Un ossimoro in versione gastronomica.

E soprattutto un autentico colpo al cuore.

Apertura - CopiaVoto: *****L

[immagini: Più o Meno Associati]

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo I

L’apertura della cena di venerdì 23 giugno è stata quella classica del ristorante, senza inserimento della Pesca Saturnia ®.

Apertura - CopiaDa sx a dx: wafer di fegato grasso, finta oliva all’ascolana, crostino con burro, alici e tartufo nero estivo.

Apertura_dettI ristoranti di pesce – o per la precisione a base di pesce, visto che Uliassi da molti anni ha inserito con successo una linea di cacciagione di finezza estrema – solitamente prevedono entrate lievissime, tutte giocate sulla acidità.

Uliassi fa invece esattamente il contrario: tutta giocata sulla pienezza e la generosità, con il fegato grasso e il burro nel crostino, l’entrata di Uliassi serve ad omaggiare la Francia e, soprattutto, a rimarcare la distanza con i piatti che seguiranno.

Forse anche a ricordare l’anima borghese, anche se squisitamente open minded, di Senigallia.

Una piccola scala di temperature: dal wafer, meravigliosamente freddo, alla finta oliva tiepida, al crostino a temperatura ambiente.

Inutile sottolineare la felicità di abbinamento di un piatto del genere con gli spumanti, classici vini di apertura.

Nel nostro caso, un ottimo, ancorché lievemente legnoso, Franciacorta Satèn di Ca’ del Bosco.

Ugo - Copia

il giornalista Ugo Bellesi di Cronache Maceratesi

Conclusione: Uliassi mette subito le carte in tavola. Qui siamo all’ultimo piano della cucina italiana.

[immagini: Più o Meno Associati]

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo 0

Il rischio, quando una esperienza viene ripetuta, è quello della delusione.

Soprattutto se l’esperienza precedente – in questo caso una serata indimenticabile del giugno di due anni fa – era stata straordinaria, stupefacente.

E invece.

3Mauro UliassiPer certi verso ce lo saremmo dovuti aspettare: visto che tutti i principali osservatori di settore concordano sulla ulteriore crescita del ristorante Uliassi.

Il quale, a giudizio della guida ai ristoranti Espresso – di certo una delle più affidabili sul mercato – è ormai nel gruppetto dei primi cinque ristoranti nazionali.

Cosa che è stata confermata dalla nostra cena di venerdì, 23 giugno, in compagnia di alcuni amici della stampa.

“Uliassi qui [ovvero nel menu 2017] va addirittura oltre la materia, il prodotto, per entrare nella natura, come aveva già fatto in passato con piatti come la “seppia sporca” e la “prima secca””, come scrive Luciano Pignataro.

“La spinta verso il sapore del mare è estrema, sembra di entrare in pescheria. Ma di quelle antiche, quando ancora non esistevano tutte queste norme igienistiche imposte all’Europa dalla fobia batterica degli anglosassoni.”

Ricci_dettGià, sembra di entrare in pescheria.

Come quando abbiamo addentato il piatto fotografato qui sopra: pancotto, ricci di mare e spuma di mandorla di Pesca Saturnia ®.

Un piatto semplicemente sconcertante, con una persistenza iodata di svariati minuti.

Un piatto che avrebbe forse richiesto come accompagnamento un grande Sherry secco senza lieviti.

Andrea

Andrea Barchiesi, uno dei principali giornalisti marchigiani

5LeSaturnieUn menu, questo targato 2017, che ha virato verso l’intensità dei sapori.

Aspetto, a pensarci un attimo, che spesso viene rimproverato ai ristoranti più raffinati.

E nel quale la Beneamata si è trovata perfettamente a suo agio.

Ma questo – permetteteci di dirlo – non è più una novità.

A presto per la descrizione dettagliata dei piatti.

E buon w-e!

😉

[immagini: Più o Meno Associati]

 

 

 

 

MerendaSaturnia

Ve lo avevamo promesso, ed eccoci qua.

Venerdì di settimana prossima ci sarà MerendaSaturnia, il primo evento della Pesca Saturnia ® dedicato esclusivamente ai nostri bambini (e alle loro mamme).
flyer_merendasaturniaMerendaSaturnia si terrà in uno degli Chalet più noti di Civitanova Marche, il Veneziano (lungomare Centro).

Oltre ad essere molto ampio, il Veneziano è da sempre uno degli Chalet più attenti ai nostri bambini e alle loro esigenze.

Non è solo una questione di parco giochi – in questo caso, ad ogni modo, di tutto rispetto -, ma soprattutto di sensibilità.

veneziano1L’evento sarà volutamente semplicissimo.

Ci sarà la Signora Laura Eleuteri, cotitolare della azienda Eleuteri di Civitanova, che della Pesca Saturnia ® è proprietaria del marchio e di gran lunga maggiore produttrice.

AC7A8882Ci sarà la dottoressa Stefania Di Carlo, che spiegherà ai nostri bambini quanto è importante fare merenda con la frutta fresca.

E ci saranno i barman del Maestro (e nostro caro amico) Stefano Renzetti, che prepareranno un Frullato Nature.

Ingredienti: Pesca Saturnia ® e latte fresco.

Perché gusto e salute possono convivere.

E con la Pesca Saturnia ® – aggiungiamo – anche molto facilmente.

SatMarcoA proposito: la pagina FB dell’evento è qui.

Ingresso e consumazioni sono gratuiti.

A venerdì prossimo!

Vi aspettiamo con piacere.