Archives

La Pesca Saturnia ® annata 2018 alla trattoria Gallo Rosso di Filottrano (AN) – cap IV

Un certo Gianfranco Vissani lo ripete continuamente: la parte più buona del maiale è il capocollo, ovvero quella compresa tra la testa e la lonza.

Due i motivi: è una parte ricca di tessuto adiposo, dunque che non si rinsecchisce in cottura, ed è al contempo quella con il sapore più vicino alla carne rossa.

Un taglio semplice e povero, ma saporitissimo, per autentici golosoni.

Capocollo di Doriano Scibè con patate, fondo speziato e Pesca Saturnia ®.
capocolloArrostito nel modo più semplice possibile, dalla cottura magistrale, perfettamente cotto senza essere minimamente asciutto, con la salsa di spezie che mette il turbo al piatto e la Pesca Saturnia ® a recitare il ruolo che solitamente nella carne di maiale viene dato alle mele.

particolareCon la differenza che la Rolls Royce delle Pesche è meno aspra e molto più complessa aromaticamente di una mela.

psRisultato: un piccolo capolavoro per golosoni (e non), direttamente nella cucinoteca (…si chiamerà così? Altrimenti utilizziamo ‘Hall of Fame‘) della Pesca Saturnia ®!!!

La Pesca Saturnia ® annata 2018 alla trattoria Gallo Rosso di Filottrano (AN) – cap III

Un piatto che è stato un fulmine a ciel sereno:

Curve Mancini con fagiolini, Cacio Magno Fontegranne e Pesca Saturnia ®

pasta
Rarissima da trovare non solo nei ristoranti, ma anche nelle trattoria, la pasta fredda è un tipico piatto casalingo che affonda i propri natali negli anni Ottanta del Secolo scorso.

Questa di chef Tantucci è fatta prendendo un formato di pasta particolare ma adattissimo al consumo freddo: le curve del pastificio Mancini, ovvero la parte dello spaghetto che ‘curva’ durante la produzione.

chef

chef Tantucci

Ma l’ingrediente che fa mettere il turbo al piatto è il raro Cacio Magno, formaggio ovino laziale con una particolare nota acidula che potrebbe ricordare un caprino.

Il risultato è quello di fungere da piedistallo per la Pesca Saturnia ®.

Da mangiarsene una zuppiera!

cestino3_ps

Alcuni piatti eccezionali a base Pesca Saturnia ® assaggiati nel 2017

Care Amiche e cari Amici della Pesca Saturnia ®,

l’estate 2017 è alle spalle, la produzione di Pesca Saturnia ® è da poco terminata e dovremo attendere parecchio per poterla riassaggiare (seconda parte di maggio 2018).

Così è bello, nella attesa dell’autunno, ricordare alcuni grandi piatti assaggiati quest’anno.

La Porchetta della tradizione marchigiana con la Saturnia al fornoristorante Due CigniMORG-95Anguilla grigliata con salsa di Saturnia al Marsala ristorante Due CigniDSC_4709Caprese di 1000 coloriristorante Signore Te Ne RingraziDSC_4115Piccione dell’allevamento Pregnolato con purée di patate e salsa di Pesca Saturnia ® Trattoria Gallo RossoSAT GR-77Rimini Fest con insalatina di Pesca Saturnia ®ristorante UliassiRiminifest_piatto - CopiaPer finire, uno dei piatti più grandi mai elaborati con la Pesca Saturnia ®

Pancotto con ricci di mare e spuma di nocciolo di Pesca Saturnia ®ristorante UliassiRicci_piatto - Copia

[immagini: Più o Meno Associati]

La Pesca Saturnia ® al ristorante Signore Te Ne Ringrazi versione 2017 – capitolo III

La cena è entrata nel vivo con la Lonza di maiale arrosto alla Pesca Saturnia ®

DSC_4240Con il termine ‘lonza‘ nelle Marche ci si riferisce a quello che in larga parte d’Italia è definito ‘capocollo‘: la parte che si trova tra il collo e la spalla.

Un pezzo di carne succosa e saporita, che secondo il grandissimo Gianfranco Vissani rappresenta la parte migliore del maiale.

DSC_4212Una pietanza che spesso viene avvicinata alla frutta (mele e ananas in primis) per apportare finezza e acidità.

Il piatto di chef Biagiola ripercorre proprio questo solco: materia prima di livello, con la nota selvatica giustamente presente, cottura di alta scuola (il coltello in pratica non serviva), il piatto viene nobilitato in maniera impressionante dalla Pesca Saturnia ®, che funge da autentico amplificatore, senza indietreggiare di un millimetro di fronte a sapori così intensi.

Anche se un tocco di acidità non sarebbe guastato.

DSC_4229Voto: *** 1/2

[immagini: Più o Meno Associati]

 

La Pesca Saturnia ® al Futura Festival di Civitanova Marche

Da domani, giovedì 27, a domenica 30 si terrà a Civitanova Marche il Futura Festival, festival culturale che negli anni si è ritagliato una notevole reputazione a livello nazionale.

E come potevamo noi mancare? :)

La Pesca Saturnia ® sarà presente nei due piatti dello Chef Michele Biagiola, nel primo piatto dello Chef Paolo Mazzieri e nel secondo della Chef Rosaria Morganti.

In abbinamento i vini della cantina Fontezoppa di Civitanova Marche (MC).
futura2017

E Voi cosa state aspettando?

A domani!

Reportage fotografico del w-e dei vincitori del concorso Pesca Saturnia 2017 ®

Ogni anno una decina di nostri fedeli appassionati vince un w-e a Montecosaro (MC), a visitare i pescheti di Pesca Saturnia ® e assaggiarla preparata da grandi chef.

Ecco il reportage fotografico del w-e 14-16 luglio.

Il meteo fu clemente (…anche troppo…), gli ospito squisiti!

Grazie a tutti per la partecipazione!

DSC_4336

DSC_4576

DSC_4358

DSC_4365

DSC_4378

DSC_4383

DSC_4402

DSC_4413

DSC_4425

DSC_4433

DSC_4451

DSC_4451

DSC_4489

DSC_4554

 

Andrea da Venezia

DSC_4557

DSC_4569

 

Linda e Franco da Padova

DSC_4559

DSC_4573

DSC_4576

[immagini: Più o Meno Associati]

 

La Pesca Saturnia ® alla trattoria Gallo Rosso versione 2017 – capitolo IV

I tre precedenti, squisiti, grandi piatti son nulla (si fa per dire), di fronte al Piccione dell’allevamento Pregnolato con purée di patate e salsa di Pesca Saturnia ®
SAT GR-77Cotto seguendo una ‘terza via‘ del buon senso, ovvero né le cotture eccessive delle cucine tradizionali, che tendono ad asciugare eccessivamente questa carne lievemente amarognola e finissima, né le presentazioni praticamente crude (o quasi) della alta cucina attuale.

SAT GR-80Il risultato è un piccione perfettamente addomesticato dalla cottura, ma con tutti i succhi e i sapori in primo piano.

Purée perfetto e Pesca Saturnia ® che in questo mare di sensazioni di carne, cottura, sangue e amarognolo, colloso delle patate fa da piedistallo.

Da mangiarsene uno stormo.

SAT GR-67

Il grande rosso in abbinamento, l’Arshura 2013 di Valter Mattoni

Voto: *****L

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo VIII

Prima il ritorno all’infanzia, poi l’effetto nostalgia, infine il racconto della contemporaneità.

E il dessert?

Ci ripetiamo: il dessert è il luogo nel quale la Pesca Saturnia ®certamente, e per ragioni lapalissiane, il meglio di sè.

Dessert_piattoGelato alla Pesca Saturnia ®, meringa, limone e granita di foglie di Pesca Saturnia ®

Dessert_dett - CopiaChef Uliassi non ama i gusti pieni e materici (prova sia la levità della tagliatella, un velo di seta da mangiare), per questa ragione nei dolci non crea mai pietanze per accumulo, ma per sottrazione.

O per mero accostamento. Come in questo caso.

Il risultato è un gelato di livello molto elevato, nel quale la meringa dona croccantezza e il limone freschezza.

Ma nel quale la granita di foglie di Pesca Saturnia ® non riesce ad apportare la necessaria spinta amarognola.

L’effetto piacevolezza è garantito, il colpo al cuore resta sulle pietanze salate.

1fotogruppoVoto: *** 1/2

 

 

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo VII

Dopo due piatti da KO tecnico come il Pancotto e il Rimini Fest, il primo emotivo ed evocativo dell’infanzia, il secondo una vera e propria operazione nostalgia, Chef Uliassi cambia registro narrativo, per raccontare la contemporaneità.

Per farlo utilizza come strumento la cucina cinese.????????????????????????????????????
Oca laccata con fegato grasso e Pesca Saturnia ® arrostita

Secondo_dett - Copia
Che differenza c’è a livello organolettico tra anatra e oca? La prima è leggermente più grassa, la seconda un po’ più intensa. Soprattutto la seconda, ovvero l’oca, è prodotto tipico della cucina marchigiana di campagna.

A differenza dell’anatra, che è usata in Francia e, appunto, in Cina.

La laccatura produce un effetto agrodolce, esaltato dalla frutta di bosco, che incrementa acidità, e dalla Pesca Saturnia ®, ad esaltare il fruttato.

L’effetto è un piatto di eccezionale piacevolezza, con il sapore della carne che resta in secondo piano.

Anche se un filo ridondante.

TeresaVoto: ****

[immagini: Più o Meno Associati]

 

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo VI

Come abbiamo visto altro ieri, Chef Uliassi ha interpretato il primo piatto come intermezzo tra antipasti e portate principali.

Che sono due: la prima ittica, la seconda di cacciagione (che vedremo domani).

Riminifest_piatto - CopiaRimini Fest con insalatina di Pesca Saturnia ®.

A Senigallia comincia la Romagna‘, recita un celebre detto.

E cosa è la Romagna per tutti noi italiani?

Anzitutto, nostalgia del boom economico.

Poi: l’anima goduriosa e un filo triste dei Clown di Fellini.

Le feste con i fuochi di artificio, le grigliate sulla spiaggia.

In una foto:

Riminifest_closeup - CopiaRimini Fest. La grigliata romagnola, che di tradizione è impanata, la salsa di citronette passata in azoto e trasformata in sfere che sembrano fuochi di artificio.

L’anima di una regione in un piatto.

E la Pesca Saturnia ®?

‘Legata’ allo spiedino dalla salsa di citronette, amplifica il piatto fino al rimbombo.

62 minuti di applausi.

locandina Colombaioni

[immagine: www.iicbarcellona.esteri.it]

Voto: *****L

[immagini: Più o Meno Associati]