Archives

La Pesca Saturnia ® annata 2018 al ristorante Due Cigni – cap IV

Arrivare dopo un classico svolto alla perfezione non sarebbe facile per nessun piatto.

E così chef Morganti piazza nel bel mezzo del pranzo il piatto tecnicamene più complesso.

ROS18-124
Agnolotti ripieni di melanzana, sgombro al fumo di rosmarino, melanzane e Pesca Saturnia ® grigliate, brodo allo zafferano

ROS18-120
Occorre una notevole padronanza per riuscire a non scadere in confusione quando in un piatto ci sono così tante consistenze (liquido del brodo, gommoso della pasta, croccante della melanzana) e traboccante di aromi.

Dall’uovo della pasta, all’amarognolo/affumicato della melanzana, alla speziatura intensa (e non facilissima da avvicinare agli altri ingredienti) dello zafferano.

ROS18-114

Il risultato è perfettamente riuscito: quello di una sorta di piatto unico, che racconta il lato più lussuoso della campagna marchigiana.

E nel quale la Pesca Saturnia ® dimostra di essere perfettamente a proprio agio.

Anche – anzi soprattutto – con lo zafferano.

ROS18-125

Qualcosa di straordinario!

ULI-354

La Pesca dei Miracoli

Venerdì 13 luglio a Senigallia la Pesca Saturnia ® è stata protagonista: prima ad un convegno all’Auditorium San Rocco, dove studiosi e critici ne hanno analizzato la qualità; poi a tavola, dove lo chef due stelle Michelin Mauro Uliassi l’ha declinata dall’antipasto al dessert

ULI-13

Seduto, il giornalista Antonio Paolini del Gambero Rosso. In piedi Marco Eleuteri

Alla fine fu un convegno.

Un vero e proprio convegno presso l’auditorium San Rocco di Senigallia, organizzato dall’Accademia Italiana della Cucina e dalla Sezione Centro-Est dell’Accademia dei Georgofili.

“Qui, come ci si muove ci si muove bene con la presenza di tantissimi prodotti unici. Ma c’è un elemento immateriale che unisce tutte le eccellenze marchigiane: la capacità di innovazione, fare e impresa e l’istintiva capacità di fare marketing”.

Un mix, quello evocato dal critico e giornalista Antonio Paolini, moderatore dell’incontro, che ben sintetizza la nostra Pesca Saturnia ®, figlia della ricerca scientifica e il legame con un territorio, l’enclave di Montecosaro in provincia di Macerata.

E soprattutto della famiglia Eleuteri.

Ma procediamo con ordine.

ULI-22

al centro, il prof. Frega

Se il professor Giuseppe Natale Frega dell’università di Ancona ha evidenziato proprio il grande lavoro di studio e ricerca senza il quale non possono esserci né agricoltura, né cultura, Tommaso Lucchetti prima, storico dell’alimentazione dell’università di Parma, e Giovanni Ballarini poi, presidente onorario dell’Accademia Italiana della Cucina, hanno condotto i presenti all’interno di un lungo e appassionato excursus storico che ha collocato la pesca all’interno di tante testimonianze illustri presenti in letteratura, pittura e, naturalmente nella cucina di ieri e di oggi.

ULI-98

a dx. Giovanni Ballarini

ULI-75

a dx. Tommaso Lucchetti

Aspetti, quelli dell’identificazione e della specificità della pesca, che invece sono stati analizzati dallo chef Mauro Uliassi e, naturalmente dal nostro Marco Eleuteri.

Il primo, oltre a sottolineare la mescolanza tra mare e terra, tipica della cucina marchigiana, ha introdotto e descritto i piatti che poco dopo hanno caratterizzato un pranzo dove la Saturnia è stata declinata dall’antipasto fino al dolce, con varianti e accostamenti di grande intuito e, naturalmente, piacevolezza gustativa.

“Il nostro compito di chef è quello di raccontare la storia del territorio dove siamo. Per questo nella mia cucina è presenta anche la cacciagione, da sempre presente sulle tavole di Senigallia”.

ULI-157

Mauro Uliassi

L’intento, perfettamente riuscito, è stato quello di esaltare la natura gourmet della Saturnia, ma anche la possibilità di elevare il ruolo della frutta in cucina.

Al nostro Marco Eleuteri il compito di ripercorrere le tappe che hanno portato la Pesca Saturnia ® al vertice nazionale della frutta.

“Oggi il problema è la distinzione”, ha sintetizzato Marco.

“La Saturnia è la pesca platicarpa secondo Eleuteri. E per convincersi basta mangiarla”.

ULI-234
“La Pesca Saturnia è una nicchia: 85 ettari in produzione, 100 entro due anni, poco più del 10% della produzione italiana di pesche piatte (800 ettari). Niente a confronto della produzione spagnola. La Spagna produce più pesche piatte che pesche tradizionali: ne fa 355 mila tonnellate l’anno su 14.535 ettari, le vende in Italia, le vende in tutta Europa ma ha pensato troppo alla quantità e meno al resto e oggi la redditività dei produttori spagnoli è calata, è bassa.

In Italia è un’altra storia, un’altra storia è in particolare Saturnia. La assorbe al 100% la GDO con le sue private label di eccellenza ma le prospettive nell’horeca sarebbero enormi”, ha concluso Marco.

ULI-265

SaturnioRosso, il nuovo cocktail a base di Pesca Saturnia ®

Stefano Renzetti da Civitanova Marche, ad un passo dai nostri pescheti, è un barman di caratura nazionale e un grande amico della Pesca Saturnia ®.

renzetti
Stefano ci ha regalato questa facile ricetta per ottenere un cocktail di Pesca Saturnia ® che si ispira alla tradizione delle pesche infuse nel vino rosso.

SaturnioRosso

8 cl di di vino rosso con Pesca Saturnia ® infusa 48 ore;

3 cl di vodka bianca;

3 cl di vermut bianco;

1 cl di Galliano.

Mescolate tutto in uno shaker con ghiaccio abbondante e servite ben freddo.

SaturnioRosso
Il risultato sarà quello di avere la tessitura di un cocktail secco con il profumo e il sapore della Pesca Saturnia ® contornato dalle note vanigliate del Galliano.

Uno sballo!
5LeSaturnie

 

 

Se la Pesca Saturnia ® diventa un caso di studio

LOCANDINA CONVEGNO PESCA SATURNIA 13jul18-1
Venerdì 13 luglio si terrà all’Auditorium San Rocco di Senigallia, in provincia di Ancona, il convegno che potete leggere qui sopra.

Il convegno è organizzato da due Enti del calibro della Accademia Italiana della Cucina, la prima associazione italiana a valorizzare il patrimonio gastronomico nazionale, e dalla Accademia dei Georgofili, storica istituzione fiorentina che da oltre 250 anni promuove, tra studiosi e proprietari agrari, gli studi di agronomia ed economia agraria.

Una associazione, quella dei Georgofili, che nacque nello spirito cosmopolita dell’Illuminismo e che ha annoverato, tra presidenti e accademici, studiosi che hanno saputo ravvivare i legami tra la cultura agraria nazionale e quella internazionale.

Il parterre di relatori annovera personalità di primo piano a livello internazionale, quali il prof. Giuseppe Frega, tecnologo alimentare, lo chef due stelle Michelin, nonché grande amico della Pesca Saturnia ® Mauro Uliassi, lo storico dell’alimentazione Tommaso Lucchetti.

Non poteva mancare il nostro Ambasciatore Marco Eleuteri, che illustrerà la storia e proverà a spiegare i motivi del successo di questo frutto straordinario che è la Pesca Saturnia.

Un evento che, insieme alla presentazione alla stampa internazionale dell’Expo di Milano (era il 2015) fa da suggello ad una storia e ad un prodotto di travolgente successo.

Un prodotto, la Pesca Saturnia ®, che ha cambiato la percezione della frutta nei consumatori.

Visto che fino a pochi anni fa la frutta, tutta la frutta, era considerata una commodity, e un accessorio dei pasti principali.

Una piccola rivoluzione perfettamente in linea con le indicazioni dei Medici e le nuove esigenze alimentari.

psUn evento che ci riempie di orgoglio, ma che non ci cambia di una virgola.

Noi continuiamo a lavorare come sempre, per estrarre dai pescheti di Montecosaro, sulle colline maceratesi, le migliori pesche che possiate immaginare.

E soprattutto mangiare!

Evviva!

UNO-211-1024x683

Giorgio Eleuteri, il padre della Pesca Saturnia ®

 

 

 

Pesca Saturnia ®, uno sguardo alle ultime annate

Care Amiche e cari Amici della Pesca Saturnia ®,

adesso che l’annata 2017 è giunta agli sgoccioli (il prodotto terminerà nei primi giorni di settimana prossima), proviamo a dare uno sguardo alle ultime annate, cercando di rintracciare similarità e differenze.DSC_4425Un discorso tipico dei grandi vini, ma del tutto sensato anche con la frutta top, che è tracciabile e’sente’ l’annata alla pari delle migliori uve da vino.

Figuriamoci con la Pesca Saturnia ®, vero e proprio cru di pesche, almeno secondo l’autorevolissimo giudizio di My Fruit.

2017: Una qualità omogenea per tutto l’arco di produzione, da fine maggio a fine agosto. Ottima consistenza, dolcezza eccezionale (grazie al sole), ottimi profumi. In alcuni momenti è ‘mancato’ un po’ di succo. Ma la siccità, pazzesca sulle colline di Montecosaro come in tutta Italia, non ha dato tregua. **** 1/2

Apertura - Copia

La Pesca Saturnia ® al ristorante ** Uliassi, 23/06/2017

2016: Una annata meteorologicamente equilibrata che diede frutti equilibrati. L’apice fu raggiunto a fine luglio/inizio agosto. Dolcezza media (per la Pesca Saturnia ® si intende, ovvero nettamente superiore alla media delle pesche piatte normali), profumi insistiti di albicocca e rosa rossa. **** 1/2

2015: Ad oggi, l’annata migliore. Consistenza perfetta, dimensioni ‘monstre’, succo a profusione, profumi che spaziavano dalla rosa alla vaniglia, gusto eccezionale. Qualità non molto omogenea, con quelle di inizio agosto dalla piacevolezza ai limiti del credibile. *****

2014: Il ricordo è quello di una primavera e una estate fredde e piovose. Ma proprio in quell’annata si sentì tutto il valore della Pesca Saturnia ®, che staccò le pesce piatte normali in maniera francamente imbarazzante. Consistenza appena legnosa a inizio stagione, profumi floreali, ottimo succo. Quelle di fine produzione furono eccellenti, grazie al pesante lavoro di diradamento. ***

riso

Risotto alla rosa damascata, Pesca Saturnia ® e zenzero. Un piatto gigantesco del ristorante *** Le Calandre di Rubano (PD)

La Pesca Saturnia ® al ristorante Due Cigni versione 2017 – capitolo II

Quale è la caratteristica dei prodotti più nobili?

A nostro parere, la capacità di declinarsi a tutte le pietanze, non solo quelle raffinate, riuscendo ad apportare sempre il proprio carattere, senza prevaricare né scomparire.

Lo Champagne, ad esempio, perfetto sia con la mortadella che con gli astici. E con una miriade di altre pietanze.

E anche la Pesca Saturnia ®.
DSC_4709Anguilla grigliata con salsa di Saturnia al MarsalaDSC_4703Prodotto tipico della cucina adriatica veneta e emiliana (il centro può essere identificato in Comacchio, luogo di una importante sagra), l’anguilla fa parte, insieme magari al pesce azzurro come il tonno e gli sgombri, di quei prodotti di mare che hanno i sapori simili alla cacciagione.

Le note dell’anguilla sono infatti decise, iodate che sconfinano quasi verso il minerale, sottolineate dalla tessitura grassoccia.

Chef Morganti accentua il tutto con la cottura, apportando note affumicate.

Il tutto magnificamente contrastato dalla classe della Pesca Saturnia ®, che alleggerisce il morso e apporta fruttato senza coprire nulla.

Voto: *****DSC_4634Gli interni della notevolissima Basilica della Santissima Annunziata, a due passi dal ristorante Due Cigni

[immagini: Più o Meno Associati]

 

Reportage fotografico del w-e dei vincitori del concorso Pesca Saturnia 2017 ®

Ogni anno una decina di nostri fedeli appassionati vince un w-e a Montecosaro (MC), a visitare i pescheti di Pesca Saturnia ® e assaggiarla preparata da grandi chef.

Ecco il reportage fotografico del w-e 14-16 luglio.

Il meteo fu clemente (…anche troppo…), gli ospito squisiti!

Grazie a tutti per la partecipazione!

DSC_4336

DSC_4576

DSC_4358

DSC_4365

DSC_4378

DSC_4383

DSC_4402

DSC_4413

DSC_4425

DSC_4433

DSC_4451

DSC_4451

DSC_4489

DSC_4554

 

Andrea da Venezia

DSC_4557

DSC_4569

 

Linda e Franco da Padova

DSC_4559

DSC_4573

DSC_4576

[immagini: Più o Meno Associati]

 

MerendaSaturnia, salute e gusto a braccetto

Care Amiche e cari amici,

venerdì scorso 07 luglio si è tenuta allo Chalet il Veneziano di Civitanova Marche sotto un sole splendente MerendaSaturnia, il primo evento tuttoSaturnia fatto su misura per Mamme & Bambini.

flyer_merendasaturniaSi è trattato, come anticipato, di una merenda molto semplice, durante la quale è stato possibile mangiare la Pesca Saturnia ® al naturale, estratta al naturale, e con il tè verde.

I risultati organolettici Ve li lasciamo immaginare (anzi no: dopo poco più di un’ora era terminato tutto), qui ci limitiamo a dire quello che ripetiamo da anni.

merendasaturnia1Ovvero che con la Pesca Saturnia ® gusto e salute non sono antitetici, come spesso accade con la maggior parte delle prelibatezze dell’agroalimentare, ma sono un tutt’uno.

Cosa che è stata chiarita anche nell’eccellente intervento della dott.ssa Stefania di Carlo, nutrizionista, che ha spiegato in maniera molto chiara i vantaggi del consumo di Pesca Saturnia ®.

Un frutto che, nonostante una sensazione di dolcezza elevata, contiene poche calorie, grazie ad una percentuale di acqua superiore al 90%.

Per non parlare della quantità di vitamine e sali minerali: un autentico effetto miniera.

stefania di carloIl tutto con l’aiuto di un nostro amico e soprattutto grande professionista, il barman Stefano Renzetti, che ha preparato due cocktail di una pulizia di sapori e magrezza assoluti.

Sat&MarcoE buona settimana a tutti.

 

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo IV

Essì, non è per niente facile sfilare dopo un capolavoro, ma Chef Uliassi si affida ad uno dei suoi capisaldi, uno dei suoi piatti firma.

Sandwichtriglia_piatto - CopiaSandwich di triglia, acqua di pomodoro e Pesca Saturnia ® in osmosi di lemongrass

Sandwichtriglia_closeup - CopiaPiatto dell’anno (a livello nazionale) per la guida ai Ristoranti Espresso del 2013, questo sandwich croccante che trasforma la triglia in un panino è il primo piatto nel quale la Pesca Saturnia ® ha un ruolo da protagonista.

L’osmosi con il lemongrass mantiene inalterate le caratteristiche della Pesca, incrementando la grinta in versione agrumata.

Eccellente il contributo dell’acqua di pomodoro, che funge da ‘ponte’ tra frutto e sandwich: una salsa di una pulizia e magrezza assolute.

A conclusione di una carrellata di antipasti di livello siderale.

2Marco_Mauro e la saturnia - Copia

A sx. il dott. Marco Eleuteri, Brand Ambassador Pesca Saturnia ®

 

Voto: *****

[immagini: Più o Meno Associati]

 

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo II

Dopo l’entrata ‘firmata’ Uliassi, la cena è entrata nel cuore.

Il primo antipasto è stato scampi crudi con Pesca Saturnia ® acerba e fiori di viola

Scampi_piattoQuello della Beneamata con le crudità di mare, ed in particolare i crostacei, ed in particolare gli scampi, è in assoluto uno dei matrimoni di elezione.

Un matrimonio che negli anni abbiamo sperimentato molte volte, e sempre, senza eccezione alcuna, con risultati favolosi.

Chiaro poi che uno Chef del calibro di Uliassi non si limita ad accostare, ma va ben oltre: con un crudo che, pur nella sua purezza e naturezza (altrimenti sarebbe un crudo senza senso), si dimostra tra i più pensati che ci vengano in mente.

Scampi_closeup

Un’altra particolarità di questo meraviglioso piatto è che, per la prima volta in un crudo di scampi, la Pesca Saturnia ® non viene utilizzata come protagonista accanto allo scampo, ma come ‘base‘ per esaltarlo.

E quale è il problema?

Nessuno, ovviamente.

Solo i prodotti più nobili sanno piegarsi senza perdere carattere.

E la Saturnia acerba non solo porta una meravigliosa acidità fruttata, ma dona anche croccantezza.

Fantastico il finale di bocca, dominato dalle note floreali.

Laura - Copia

la giornalista Laura Ripani del Corriere Adriatico

Voto: **** 1/2