Archives

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo I

L’apertura della cena di venerdì 23 giugno è stata quella classica del ristorante, senza inserimento della Pesca Saturnia ®.

Apertura - CopiaDa sx a dx: wafer di fegato grasso, finta oliva all’ascolana, crostino con burro, alici e tartufo nero estivo.

Apertura_dettI ristoranti di pesce – o per la precisione a base di pesce, visto che Uliassi da molti anni ha inserito con successo una linea di cacciagione di finezza estrema – solitamente prevedono entrate lievissime, tutte giocate sulla acidità.

Uliassi fa invece esattamente il contrario: tutta giocata sulla pienezza e la generosità, con il fegato grasso e il burro nel crostino, l’entrata di Uliassi serve ad omaggiare la Francia e, soprattutto, a rimarcare la distanza con i piatti che seguiranno.

Forse anche a ricordare l’anima borghese, anche se squisitamente open minded, di Senigallia.

Una piccola scala di temperature: dal wafer, meravigliosamente freddo, alla finta oliva tiepida, al crostino a temperatura ambiente.

Inutile sottolineare la felicità di abbinamento di un piatto del genere con gli spumanti, classici vini di apertura.

Nel nostro caso, un ottimo, ancorché lievemente legnoso, Franciacorta Satèn di Ca’ del Bosco.

Ugo - Copia

il giornalista Ugo Bellesi di Cronache Maceratesi

Conclusione: Uliassi mette subito le carte in tavola. Qui siamo all’ultimo piano della cucina italiana.

[immagini: Più o Meno Associati]

MerendaSaturnia

Ve lo avevamo promesso, ed eccoci qua.

Venerdì di settimana prossima ci sarà MerendaSaturnia, il primo evento della Pesca Saturnia ® dedicato esclusivamente ai nostri bambini (e alle loro mamme).
flyer_merendasaturniaMerendaSaturnia si terrà in uno degli Chalet più noti di Civitanova Marche, il Veneziano (lungomare Centro).

Oltre ad essere molto ampio, il Veneziano è da sempre uno degli Chalet più attenti ai nostri bambini e alle loro esigenze.

Non è solo una questione di parco giochi – in questo caso, ad ogni modo, di tutto rispetto -, ma soprattutto di sensibilità.

veneziano1L’evento sarà volutamente semplicissimo.

Ci sarà la Signora Laura Eleuteri, cotitolare della azienda Eleuteri di Civitanova, che della Pesca Saturnia ® è proprietaria del marchio e di gran lunga maggiore produttrice.

AC7A8882Ci sarà la dottoressa Stefania Di Carlo, che spiegherà ai nostri bambini quanto è importante fare merenda con la frutta fresca.

E ci saranno i barman del Maestro (e nostro caro amico) Stefano Renzetti, che prepareranno un Frullato Nature.

Ingredienti: Pesca Saturnia ® e latte fresco.

Perché gusto e salute possono convivere.

E con la Pesca Saturnia ® – aggiungiamo – anche molto facilmente.

SatMarcoA proposito: la pagina FB dell’evento è qui.

Ingresso e consumazioni sono gratuiti.

A venerdì prossimo!

Vi aspettiamo con piacere.

La Pesca di Giovy

Giovy Malfiori è una delle principali blogger nazionali di viaggi, lifestyle (come si dice) e food.

Giovy-Rosa-300x300

Riuscendo ad unire una profonda cultura classica ad una conoscenza della geografia che ha dell’incredibile.

Soprattutto Giovy è una nostra amica, che anno scorso venne a trovarci insieme al compagno (e collega) Gianluca Vecchi.

Pochi giorni fa, Giovy ha pubblicato sul suo seguitissimo blog di viaggio alcune riflessione sulla Pesca Saturnia.

Utilizzando la Beneamata come filo conduttore per una riflessione sulla cucina marchigiana e tutte le Marche.

Fino a concludere:

“La sapete tutti la storia della Madeleine di Proust, vero? Ecco, io sono convinta che nella nostra vita ci siano un’infinità di Madeleine di tipo diverso, soprattutto quando si parla di gusto. Non tutte si legano ad un ricordo della nostra infanzia e molte di loro sono legate al ricordo di un viaggio, di un territorio e di ciò che rappresenta. Ho voluto scrivere questo post perché giorni fa ho addentato la prima pesca di questa estate 2017. La prima di molte, mi auguro. Il primo morso di dolcezza misto ad acidità, il primo sbrodolìo immancabile non appena i miei denti attraversano la pelle del frutto. Tra le mie mani avrei voluto avere una Pesca Saturnia®, sotto i denti avrei voluto avere una Pesca Saturnia®, sotto i miei piedi avrei voluto ancora la terra delle Marche, luogo dove spero di tornare con uno zaino pieno di curiosità e sorrisi.”

Una cosa che ci onora profondamente.

054Quindi cosa aspettate?

Andate a leggere il meraviglioso pezzo di Giovy, qui

 

Una annata eccezionale (almeno per il momento)

header (1)

Un annata eccezionale (almeno per il momento)

Amici e amiche della Pesca Saturnia ®!

La Beneamata è in produzione da quasi un mese, ed è ora di tirare le prime somme.
Il sole è stato finora estremamente generoso sulle colline di Montecosaro, con un giugno strepitoso, sia per calore che per illuminazione.

Aspetto che, unito alle escursioni termiche che servono a concentrare i profumi, è decisivo per la qualità della Saturnia che, come tutti i prodotti agricoli del più alto livello (grandi vini in primis) restituisce l’andamento climatico.

Il risultato di giugno 2017, Saturnia alla mano, è quella di un frutto figlio di una annata eccezionale.
I più attenti e appassionati sentiranno una nota di rosa pronunciata, all’interno del consueto quadro aromatico di frutta rossa e vaniglia.

E quindi buoni acquisti.
RicordandoVi che la Pesca Saturnia ® è presente in tutto il Nord e in quasi tutto il Centro Italia (qui la lista dei posti dove acquistarla).

Buon inizio settimana a Tutti i nostri Amici!

La Pesca Saturnia ® a Scuola!

Ne avevamo accennato pochi giorni fa, riguardo alla necessità di abituare i nostri figli ad una alimentazione piacevole ma sana.

Lo sappiamo: i nostri figli spesso non amano i cibi salutari, preferendo cibi che di salutare hanno purtroppo molto poco.

Le pubblicità non aiutano, anzi spingono proprio dalla parte sbagliata: motivo per cui il nostro compito diventa ancora più gravoso e importante.

orti3Soprattutto per questa ragione l’educazione al gusto è non solo fondamentale, ma va attuata quanto prima.

orti2Mai abituarsi alle cose cattive e non salutari!

E così abbiamo accettato ben volentieri l’invito ricevuto dal Circolo Didattico Via Tacito di Civitanova Marche (ovvero casa nostra), giunto attraverso la Maestra Maria Pia Melatini (nello foto qui opra) a far assaggiare la Pesca Saturnia ® nel corso della consueta Festa degli Orti, nella quale esperti di agricoltura spiegano ai bambini delle scuole elementari l’importanza della alimentazione giusta.

orti1Che dire? La Pesca Saturnia ® ha conquistato i piccoli gourmet in maniera indelebile!
A conferma che non esiste alcuna opposizione tra gusto e salute, e che anzi possono e devono coesistere.

orti4Per la Pesca Saturnia ®, un gioco da ragazzi.

Anzi: da bambini! :)

 

La Pesca Saturnia ® in un fiore

Quello dell’utilizzo in cucina dei fiori è uno dei trend maggiori, e maggiormente dibattuti, degli ultimi anni.
Se infatti l’effetto estetico è indiscutibile, alcuni osservatori spesso ne contestano un utilizzo ridondante, quando non inutile.SAT1-22Una cosa è – a nostro parere – piuttosto chiara: alcuni fiori usati in cucina esauriscono la propria funzione alla vista, non riuscendo ad aggiungere note aromatiche al piatto.SAT1-53

L’orto nel piatto con fiori di Pesca Saturnia ®

Di più: alcuni fiori – francamente – non hanno proprio sapore.SAT1-7Non che la cosa sia necessariamente un difetto, vista la notevole qualità apportata visivamente alle pietanze.SAT1-12Poi però esistono anche alcune eccezioniSAT1-24Il fiore di Pesca Saturnia ®, infatti, oltre ad essere eccezionalmente bello e molto profumato, ha anche un sapore che non si scorda.

Ora ci rendiamo conto che la cosa possa sembrare un paradosso, visto che il frutto della Pesca Saturnia ® è dolce, dolcissimo, con sfumature che vanno dalla frutta rossa alla vaniglia.
Il fiore di Pesca Saturnia ® ha dal canto suo un sapore lieve, ovviamente floreale.

Ma una persistenza impressionante, netta, di amaretto. Ma proprio netta!SAT1-54

SAT1-93Spaghetto Mancini con le erbe spontanee e fiori di Pesca Saturnia ®

SAT1-139

Scampi di Civitanova Marche, cipolla caramellata, asparagi selvatici e fiori di Pesca Saturnia ®

Per questo motivo abbiamo deciso di provarla in abbinamento ad alcuni piatti dello Chef Michele Biagiola del ristorante Signore Te Ne Ringrazi di Montecosaro (MC), a due passi dai nostri pescheti.SAT1-158Risultato: al netto dei piatti, favolosi (al primo posto mettiamo gli scampi), quello dei fiori è stata una presenza discreta e soprattutto centrata.SAT1-177

Baccalà al fumo, cardi, salsa di lievito di birra e fiori di Pesca Saturnia ®

Un esperimento, sia chiaro. Ma del quale è valsa la pena.UNO-5

Il pescheto di Montecosaro (MC) in fiore.

A presto!

E Vi ricordiamo che i fiori diverranno frutti fra non molto.

La Pesca Saturnia ® sarà matura (e immediatamente in vendita) a partire dall’ultima decade di maggio.

AC7A6294

Uniti non si trema

Cari Amici della Pesca Saturnia ®,

come certamente saprete, sono mesi difficili, molto difficili per la nostra meravigliosa zona.

Grazie a Dio, né nostri Pescheti né il nostro stabilimento sono stati danneggiati, ma molti nostri amici hanno subìto ingenti danni.

Ma la soluzione è quella di restare uniti, lavorare insieme.

Il primo frutto di questa unione, che Vi abbiamo preannunciato poche settimane fa, è BirraSaturra, birra chiara artigianale di stile Ale aggiunta di purea di Pesca Saturnia ®, prodotta da due bravissimi Mastri Birrai, i titolari di MC77 di Serrapetrona (MC).

BirraSaturra

Fra pochi giorni BirraSaturra sarà reperibile in pochi, selezionatissimi locali della nostra zona.

Locali che a breve Vi indicheremo.

Stay tuned!

satur-expo_0268

 

 

Aroma, e che aroma!

Il conto alla rovescia è partito!

Mancano davvero pochi giorni prima di trovare BirraSaturra®, la birra prodotta dal Birrificio MC77 di Serrapetrona (MC) che prevede una generosa presenza di purea di Pesca Saturnia®.

BirraSaturra

Il motivo per cui abbiamo scelto MC77 per produrre BirraSaturra® è presto detto: in un mondo in continuo fermento (ma termine fu più adatto…) come quello dei microbirrifici artigianali, MC77 svetta non solo a livello regionale, ma nazionale.

Basti pensare al premio di ‘Birrai dell’Anno’, conquistato lo scorso gennaio a Firenze.

Risultati immagini per mc 77

Ma cosa ci fa la Rolls Royce delle Pesche dentro una birra di stile Ale?

Anzitutto dobbiamo fare una premessa.

L’aromatizzazione della birra non è, come potrebbe venire automatico pensare, una novità legata alla moda del momento.

Si tratta anzi di una tradizione ben radicata in molti posti: non ultimo una delle patrie della birra, il Belgio.

Un procedimento che serve a dare complessità e aumentare le virtù nutritive di questa meravigliosa bevanda, che se non ha nell’Italia uno dei luoghi storici di produzione (quelli sono, oltre al Belgio, il Regno Unito, la Germania, la Repubblica Ceca e la Slovacchia), sta ricevendo sempre più consensi e attenzioni anche da noi.

In particolare tra i più giovani.

Soprattutto, abbiamo sentito che la Pesca Saturnia ® si armonizza in maniera davvero meravigliosa con il luppolo (che ha un profumo erbaceo e un sapore amaro).

Il tutto mantenendo beva e straordinaria piacevolezza.

A presto dunque, e….preparate il cavatappi!

AC7A1100

 

 

 

Tre Chef per la Saturnia ®. Ricordo di una serata indimenticabile

Lo scorso 29 luglio tre grandi Chef, Rosaria Morganti dei Due Cigni di Montecosaro, Enrico Mazzaroni del Tiglio di Montemonaco e Michele Biagiola del Signore Te Ne Ringrazi hanno preparato uno fantastico menu tutto Pesca Saturnia ®.

Ecco qui il racconto fotografico della serata.

sat-1

il giornalista Ugo Bellesi, già caporedattore del Carlino Macerata

sat-6

la pizza, fantasmagorica, del Signore Te Ne Ringrazi

sat-32

sat-37

a destra l’imprenditore Germano Ercoli

sat-42

l’imprenditore Umberto Antonelli

sat-50

sat-56

Don Mario della Parrocchia di Cristo Re di Civitanova Marche

sat-68

Marco Eleuteri, Brand Ambassador Pesca Saturnia ®

sat-80

Insalata di portulaca, Signore Te Ne Ringrazi

sat-93

Moscioli di Portonovo e Pesca Saturnia ®, Due CIgni. Un superclassico eccezionale

sat-102

L’elegantissimo fegato grasso del Tiglio

sat-115

La lasagna dei Due Cigni

sat-136

la Lingua del Tiglio

sat-140

La SIgnora Jole Eleuteri con Enrico Mazzaroni

sat-167

al centro della foto Giorgio Eleuteri

sat-182

Rosaria Morganti

sat-203

Giovanni Bartolini, già chef della Luma

sat-231

Un dessert mostruoso: Peccato solo d’Estate, Signore Te Ne Ringrazi

sat-244

Michele Biagiola con il suo staff

sat-198

sat-278