Archives

La Pesca Saturnia ® alla trattoria Gallo Rosso versione 2017 – capitolo IV

I tre precedenti, squisiti, grandi piatti son nulla (si fa per dire), di fronte al Piccione dell’allevamento Pregnolato con purée di patate e salsa di Pesca Saturnia ®
SAT GR-77Cotto seguendo una ‘terza via‘ del buon senso, ovvero né le cotture eccessive delle cucine tradizionali, che tendono ad asciugare eccessivamente questa carne lievemente amarognola e finissima, né le presentazioni praticamente crude (o quasi) della alta cucina attuale.

SAT GR-80Il risultato è un piccione perfettamente addomesticato dalla cottura, ma con tutti i succhi e i sapori in primo piano.

Purée perfetto e Pesca Saturnia ® che in questo mare di sensazioni di carne, cottura, sangue e amarognolo, colloso delle patate fa da piedistallo.

Da mangiarsene uno stormo.

SAT GR-67

Il grande rosso in abbinamento, l’Arshura 2013 di Valter Mattoni

Voto: *****L

La Pesca Saturnia ® alla trattoria Gallo Rosso versione 2017 – capitolo III

Cosa è il comfort food? L’insieme dei piatti caratterizzati da semplicità di preparazione, effetto ristoratore dato da una importante presenza di carboidrati, evocazione della nostaglia.
SAT GR-55Risotto Acquerello con formaggio caprino Capriccio Fontegranne e Pesca Saturnia ®

SAT GR-52All-Star comfort food.

Un piatto semplice, fatto con ingredienti da tristellato.

Il migliore riso d’Italia o giù di lì, l’Acquerello, ovvero il carnaroli superfino della famiglia Rondolino a Vercelli, il formaggio caprino del miglior produttore marchigiano o giù di lì, il Capriccio di Fontegranne di Belmonte Piceno.

E la Pesca Saturnia ®.

Piatto tecnicamente semplice, di puro accostamento, nel quale si esaltano le materie prime.

Forse mancava una nota piccante a dare una punta di vigore.

Comunque squisito!

SAT GR-9Voto: ****

La Pesca Saturnia ® alla trattoria Gallo Rosso versione 2017 – capitolo II

Che cos’è la cucina della nonna?

Un insieme di ricette semplici, che affondano le radici attorno alla metà del secolo scorso, dal risultato assicurato, giocato su un effetto casalingo che a noi italiani piace da impazzire.
SAT GR-39Polpette di oca con salsa di aringhe e Pesca Saturnia ®

SAT GR-44Cosa ci fa l’oca, una delle carni più ricercate, nella polpetta?

Anzitutto a dimostrare che se non viene violentata in cottura possiede un gusto di estrema delicatezza.

Poi a nobilitare un piatto, la polpetta, dalle mille sembianze e dalle mille funzioni, a volte interpretato addirittura come cucina di recupero.

Chef Tantucci a queste polpette mette il turbo con una salsa di aringhe che dà sapidità senza coprire nulla, e amplifica i sapori a dismisura.

E che fa da ‘ponte’ con la Pesca Saturnia ® lasciata giustamente ‘nature‘.

Mamma mia.

SAT GR-73

A sx il sommelier del Ristorante, Emanuele Boccaccini

L’effetto è quello di entrare in una vecchia cucina, nuova di zecca. Un ossimoro allo stato edule.

cucina-nonna2

[immagine: https://cinziamaria.wordpress.com/2013/01/08/i-sapori-antichi-english-recipe-below/]

Voto: *****

La Pesca Saturnia ® alla trattoria Gallo Rosso versione 2017 – capitolo I

Ed eccoci al primo antipasto.

Paté di fegato di marchigiana e Pesca Saturnia ® spadellata.
SAT GR-22Forse non tutti sanno che la cucina marchigiana ha una profondo ascendente francese.

Furono le truppe Napoleoniche che, circa duecento anni fa, invadendo la Terra di Marca crearono la contaminazione.

Prova, tra l’altro, di tutto ciò sono proprio le galantine (di pollo, con le uova, ecc…) e, in genere, tutti i pasticci di carne.

Paté, in francese.

Basta entrare in una macelleria d’Oltralpe per ammirarne una varietà da noi impensabile.

SAT GR-33Questo del Gallo Rosso è, nella sua voluta semplicità, un inno alla gioia.

Tecnicamente giocato sul contrasto con la sensazione amarognola delle interiora, con le quali la Pesca Saturnia ® dialoga alla perfezione, il piatto è la borghesizzazione della nostra galantina.

Con un indice di piacevolezza che ha dell’incredibile!

Una apertura tutta gola che riesce a non appensantire il palato.

SAT GR-16

Il vino in abbinamento, l’eccezionale Castelli di Jesi Verdicchio Riserva San Paolo 2013 della azienda Pievalta

Voto: ****1/2

La Pesca Saturnia ® alla trattoria Gallo Rosso versione 2017 – capitolo 0

Nature o grande cucina?

In realtà le alternative, quando di mezzo c’è la Pesca Saturnia ®, sono – praticamente – infinite.

SAT GR-136E così il successo in una trattoria 2.0 come il Gallo Rosso di Filottrano, forse in questo momento la numero 1 delle Marche, non fa notizia.

Anche se il pranzo che abbiamo avuto pochi giorni fa ha superato le nostre già altissime aspettative!

SAT GR-21

Andrea Tantucci e Gessica Mastri, chef e titolari

Un locale dove le cucine regionali del Centro Italia vengono scomposte, aumentate di contrasto, intensificate di colore, e ricomposte con allegria. Lasciando il sapore in primo piano.

[Per saperne di più ci permettiamo di rimandare ad una nostra recensione per il Cucchiaio d’Argento]

A domani per la descrizione dettagliata dei piatti!

SAT GR-26

SAT GR-76

 

La Pesca Saturnia ® annata 2017 la mangi qui – capitolo III

Ecco qui i piatti a base di Pesca Saturnia ® che potrete assaggiare al ristorante Signore Te Ne Ringrazi di Montecosaro (MC), dello Chef Michele Biagiola.

Tutti i piatti saranno presenti in carta ininterrottamente fino alla fine di agosto.

insalata_biagiola2017

Caprese dai mille colori

spaghetti_biagiola_2017

Spaghetti con fiori e Pesca Saturnia ®

portulaca_eleuteri2017

Battuto di pesce azzurro con Pesca Saturnia ®

peccatosoloestate_2017

Peccato…solo d’estate

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo VIII

Prima il ritorno all’infanzia, poi l’effetto nostalgia, infine il racconto della contemporaneità.

E il dessert?

Ci ripetiamo: il dessert è il luogo nel quale la Pesca Saturnia ®certamente, e per ragioni lapalissiane, il meglio di sè.

Dessert_piattoGelato alla Pesca Saturnia ®, meringa, limone e granita di foglie di Pesca Saturnia ®

Dessert_dett - CopiaChef Uliassi non ama i gusti pieni e materici (prova sia la levità della tagliatella, un velo di seta da mangiare), per questa ragione nei dolci non crea mai pietanze per accumulo, ma per sottrazione.

O per mero accostamento. Come in questo caso.

Il risultato è un gelato di livello molto elevato, nel quale la meringa dona croccantezza e il limone freschezza.

Ma nel quale la granita di foglie di Pesca Saturnia ® non riesce ad apportare la necessaria spinta amarognola.

L’effetto piacevolezza è garantito, il colpo al cuore resta sulle pietanze salate.

1fotogruppoVoto: *** 1/2

 

 

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo VII

Dopo due piatti da KO tecnico come il Pancotto e il Rimini Fest, il primo emotivo ed evocativo dell’infanzia, il secondo una vera e propria operazione nostalgia, Chef Uliassi cambia registro narrativo, per raccontare la contemporaneità.

Per farlo utilizza come strumento la cucina cinese.????????????????????????????????????
Oca laccata con fegato grasso e Pesca Saturnia ® arrostita

Secondo_dett - Copia
Che differenza c’è a livello organolettico tra anatra e oca? La prima è leggermente più grassa, la seconda un po’ più intensa. Soprattutto la seconda, ovvero l’oca, è prodotto tipico della cucina marchigiana di campagna.

A differenza dell’anatra, che è usata in Francia e, appunto, in Cina.

La laccatura produce un effetto agrodolce, esaltato dalla frutta di bosco, che incrementa acidità, e dalla Pesca Saturnia ®, ad esaltare il fruttato.

L’effetto è un piatto di eccezionale piacevolezza, con il sapore della carne che resta in secondo piano.

Anche se un filo ridondante.

TeresaVoto: ****

[immagini: Più o Meno Associati]

 

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo VI

Come abbiamo visto altro ieri, Chef Uliassi ha interpretato il primo piatto come intermezzo tra antipasti e portate principali.

Che sono due: la prima ittica, la seconda di cacciagione (che vedremo domani).

Riminifest_piatto - CopiaRimini Fest con insalatina di Pesca Saturnia ®.

A Senigallia comincia la Romagna‘, recita un celebre detto.

E cosa è la Romagna per tutti noi italiani?

Anzitutto, nostalgia del boom economico.

Poi: l’anima goduriosa e un filo triste dei Clown di Fellini.

Le feste con i fuochi di artificio, le grigliate sulla spiaggia.

In una foto:

Riminifest_closeup - CopiaRimini Fest. La grigliata romagnola, che di tradizione è impanata, la salsa di citronette passata in azoto e trasformata in sfere che sembrano fuochi di artificio.

L’anima di una regione in un piatto.

E la Pesca Saturnia ®?

‘Legata’ allo spiedino dalla salsa di citronette, amplifica il piatto fino al rimbombo.

62 minuti di applausi.

locandina Colombaioni

[immagine: www.iicbarcellona.esteri.it]

Voto: *****L

[immagini: Più o Meno Associati]

La Pesca Saturnia ® al ristorante Uliassi versione 2017 – capitolo V

Dopo il volo pindarico della carrellata di antipasti appena illustrati, la degustazione è proseguita con il primo piatto.

Primo_closeup - CopiaTagliatelle cumino, crema di limone e mandorle

Primo_dett - CopiaTagliatelle minimal, tutte in sottrazione, interpretate da Chef Uliassi esattamente al contrario di come solitamente viene interpretato un primo.

Che nella cucina classica italiana, oltre ad esserne colonna portante, è anche momento di saziamento.

Come le patate nella cucina tedesca, o il riso in quelle orientali.

Uliassi opera una azione fuori dalla norma, interpretando il primo piatto come momento di ‘stacco‘ fra antipasti e le due portate principali (una marina e l’altra di cacciagione, come vedremo nei prossimi giorni).

Una sorta di sorbetto, concettualmente parlando.

Giocata tutta sui profumi speziati e agrumati che puliscono il palato e lo resettano, questa tagliatella è un velo di seta.

????????????????????????????????????Voto: ****

[immagini: Più o Meno Associati]