la Pesca Saturnia ® alle Calandre – capitolo V

Costolette di agnello al timo con Pesche Saturnia ® arrostite

ALAI_0083

Le tempeste, anche quelle organolettiche, sono sempre seguite dal silenzio.

ALAI_0067

Qui tutto è delicatezza, raccoglimento. Omaggio alla Terra.

Jean-F. Millet – L’Angelus [immagine Wikipedia]

Un piatto che ci ha ricordato, per la sensibilità (la timidezza?), e per la delicatezza, un altro Chef di pari rango, Fulvio Pierangelini.

ALAI_0068

La lunghezza delle coste ce lo aveva lasciato ipotizzare, la delicatezza del sapore ce lo ha confermato: l’agnello in questione era piccolo, dolce. La cottura è un sussurro, e si limita a garantire lo standard minimo di salubrità. Null’altro. Una cottura quasi da pesce bianco.

Cosa che lascia spazio alla Pesca Saturnia ® di esprimersi al massimo, nelle note di frutta rossa, di rosa, nella sua dolcezza, in una geniale inversione di ruoli.

ALAI_0069

Non la Pesca a contornare l’agnello. Ma il contrario. Il resto è perfezione. La salsa più leggera che si possa immaginare, il timo più profumato, la melanzana a dare un velo di amaritudine. Ma solo un velo.

Risultato: la  Pesca Saturnia ® come pietanza principale.

Voto: ♦♦♦♦♦ L

ALAI_0155

Sara Porro, giornalista e food blogger, e Francesco Annibali, responsabile comunicazione Pesca Saturnia ® e autore del presente blog

[Immagini: Monica Palloni]

One thought on “la Pesca Saturnia ® alle Calandre – capitolo V

  1. Pingback: la Pesca Saturnia ® ai Due Cigni – capitolo III | Pesca Saturnia ®

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *