La Pesca Saturnia ® annata 2018 al ristorante Mescola – cap IV

Dalla Francia al Giappone.

Dopo gli incipit giocati sulle tendenze dolci, ecco due piatti ispirati alla grande cucina orientale.

Carpaccio di coda di rospo, porcino fresco cotto nella sua acqua, Pesca Saturnia ® scottata al barbeque

M18-115

L’unione del pesce con i funghi è una consuetudine giapponese sdoganata da anni nella grande ristorazione (probabilmente lo zampino fu di Carlo Cracco).

Un piatto che quest’anno ha un motivo in più per essere proposto, vista la grande qualità dei porcini.

M18-116

La Pesca Saturnia ® è amaricata con una breve ma violenta cottura sul barbecue: in questo modo l’unione con il porcino, che in cottura esprime note amarognole, è fatta salva.

La coda di rospo lasciata cruda non presenta quella gommosità che a volte la afflige.

Il risultato è un buon piatto, nel quale a predominare è la notevole qualità del pesce.

Il porcino conferma, a nostro personale parere, di essere uno dei compagni meno scontati per la Beneamata.

M18-121

Di nuovo Giappone nella supersonica frittura.

Giallo Saturnia: capasanta e Pesca Saturnia ® fritte in tempura, cialda fritta di riso allo zafferano, centrifuga di Saturnia

M18-155

Forse la prima volte che la Saturnia è proposta fritta, con un risultato sorprendente.

Fantastico l’abbinamento con la capasanta, molto bene il contributo dello zafferano, il tutto completato dalla Saturnia centrifugata che dona freschezza ed esplode nella sua aromaticità.

M18-149

Da mangiarsene una zuppiera!

M18-143

M18-135

l’imprenditore civitanovese Massimo Calcinaro

M18-176

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *